Canone Rai, un balzello per gli stupidi che lo pagano!

Leggo sull’ansa
“ROMA – E’ il canone Rai la tassa più evasa dai contribuenti italiani: è il risultato di uno studio condotto da KRLS Network of Business Ethics per conto dell’associazione Contribuenti Italiani. Dalla ricerca emerge che l’evasione delle famiglie si attesta intorno al 41%, con punte fino al 87% in regioni come la Campania, la Calabria e la Sicilia, mentre quella delle imprese è intorno al 96%. In base allo studio, l’evasione del canone da parte delle famiglie, che già nel 2005 ammontava al 22%, è balzata nel 2010 al 41% (contro l’8% della media europea) e si stima che nel 2011 arriverà al 43%. Evadono soprattutto le famiglie residenti nelle province di Caserta, Ragusa e Catanzaro (circa il 90%).”

Questo non fà altro che dimostrare come esistano due Italia, una Italia di virtuosi e una di impunità.
Visto così il canone rai sia per quanto trasmette la Rai stessa sia per l’evasione che ci sta dietro non ha senso.
Sento parlare di inserirlo nella bolletta della luce o di trovare un altro perverso modo per farlo pagare ma l’unica soluzione è l’abolizione.
In un libero mercato, fatto di tv commerciali (mediaset sky e daliha), dove la Rai attraverso Sipra, l’agenzia pubblicitaria ha un ritorno economico molto marcato il contributo dato attraverso il canone non ha più un fondamento.
Se la rai vuole un canone si metta a criptare i canali attraverso il digitale terrestre e si comporti come tutte le pay tv. Si lasci un canale istituzionale senza pubblicità per adempiere ai doveri di servizio pubblico e si smetta con questa distribuzione perversa di soldi dai contribuenti.

L’arma dei telespettatori disgustati dai programmi e dai proclami di questa televisione è semplice.

Disdetta! bastano pochi minuti in posta per risparmiare più di 100€ di carità alla rai.
http://sosonline.aduc.it/modulo/disdetta+canone+rai_24.php

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *