Problema rifiuti a Napoli: chi ci guadagna? Meglio il porta a porta!

Porta a Porta

Ho visto stasera il dibattito a 8 e mezzo tra Lettieri e De Magistris riguardo all’emergenza rifiuti.
Il tema della discordia era il passaggio al porta a porta e dove finirebbero i rifiuti non separabili.
La proposta di Lettieri è di fare un secondo inceneritore. Se fosse solo un inceneritore la soluzione ad un problema perchè non è già stato fatto? La via di separare i rifiuti è (putroppo) una via obbligata perchè non c’è niente da fare ne produciamo troppi. Io penso in prospettiva, ho circa 50 anni di vita a mia disposizione e non credo che con il trend di crescita e di uso/spreco di risorse ci sia una possibilità diversa che inziare una decrescita felice. Quindi lasciando perdere i candidati per quanto facenti parte di una generazione diversa da mia c’è bisogno di una mentalità nuova o per lo meno “differente”.

Anche io ero scettico sulla raccolta porta a porta ma mi rendo conto che è molto efficace.. vi riporto l’esempio del comune dove vivo (Motteggiana) e del suo vicino (Suzzara).
In questi due comuni la raccolta è partita da circa un anno nel primo e dal 2003 nel secondo ed è organizzata a zone con raccolte bi-settimanali per l’umido, settimanale per verde e residuo e ogni due settimane per Carta, Plastica, Vetro.
La divisione in zone ha limitato molto i mezzi in azione e sinceramente la raccolta dei rifiuti è diventata una cosa molto trasparente, non si notano fuori i bidoni, sono stati liberate zone nei parchi e nei parcheggi e c’è una buona sensazione di pulizia.

Nel mio comune (Motteggiana) secondo i dati ufficiali del comune si è passati da una raccolta differenziata di meno del 24% al 81%. Nel comune di Suzzara è consololidato un dato dell’oltre 83% con una tariffa rifiuti puntuale ferma sostanzialmente dal 2007.

Questi sono dati veri.. l’esperienza che viene creandosi adottando questo sistema porterà la gente a viverla come cosa normale e non sentirla come un peso.

Nei comuni vicini (Virgilio e Porto mantovano) ci sono state esperienze discordanti probabilmente portate da un catastrofismo ingiustificato .. in ogni caso anche li il servizio funziona bene anche se ovviamente è migliorabile.

Nella nostra provincia come grande comune manca sostanzialmente solo Mantova centro per il passaggio.. li è più difficile perchè essendo una città grande manca la volontà politica e c’è una mentalità più cittadina.

Sarà difficile.. ci credo poco ma spero che sia gli amici di Mantova città e Napoli centro possano fare questo salto di qualità culturale sia per il futuro di tutto che per l’ambiente.

Se per caso sei capitato su questo blog e hai dei dubbi e delle critiche sono ben felice di confrontarmi con chi non la pensa come me..

A Napoli chi ci guadagna con la roba per strada?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *