Lettera personale in relazione alla protesta contro “l’eco mostro di Torricella (Mantova)”

Dopo aver letto delle cose oscene sul giornale locale ho impugnato la via della diplomazia scrivendo una lettera allo stesso giornale che probabilmente sarà presto pubblicata. I fatti parlano di un grandissimo impianto fotovoltaico che rischia di essere smantellato per colpa di un ecologismo spinto di alcuni. Eccola.

In merito all’articolo dell’11/1 in merito all’ “ecomostro di Torricella” vorrei come residente dissociarmi dalla tesi sostenuta dalla associazione “Vivere a Torricella” in quanto seppur “innovativa” l’opera non è così invadente per il decoro urbano dell’intero paese. Vorrei ricordare che la stessa associazione era contraria a suo tempo anche alla costruzione del parcheggio stesso. Vorrei chiedere infine per quale motivo la stessa, così puntuale e precisa a chiedere lo smantellamento dell’utile impianto fotovoltaico non muove obbiezione per la barriera antisuono che è stata eretta presso la Piscina Comunale di Torricella. Quella barriera, un inutilità di 20 m x 5 in ferro e legno è un “pugno in un occhio” a 360 Gradi. A suo tempo fu discutibilmente detto che serviva a tutelare i residenti contro l’inquinamento acustico provocato dalla piscina stessa, nessuno ha mai capito quale.

Emanuele Ing. Benatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *