La rimodulazione degli SmartPack Gold di Tre Italia, ennesima presa in giro “made in Italy”!

Ennesima brutta figura di 3 Italia

Tre Italia si è resa protagonista di un nuovo episodio di rimodulazione selvaggia tariffaria rimangiandosi nel vero senso della parola un pacchetto tariffario promozionale che aveva lanciato pochi mesi fa nel 2011: lo Smartpack Gold.

Questa offerta prevedeva tre opzioni, extratime 60 (un ora di chiamate totalmente gratuite al mese), gente di 3 (sms e chiamate illimitate verso tutti i clienti 3 italia) e naviga 3 (50 mb di traffico internet al giorno da smartphone).

C’erano due versioni dello Smartpack Gold, una come appena scritto e la seconda senza l’opzione gente di Tre. Ne sono esistite due diverse perchè sono state vendute una nel 2010 e l’ultima 2011.

Per chi l’aveva attiva, l’offerta prevedeva nessun costo di attivazione/rinnovo nel 2011 e un costo di rinnovo automatico a 9€ al mese dai 1 gennaio 2012.

Tutto questo è ancora incredibilmente online e spiegato bene sul sito ufficiale del gestore.

E ora le note dolenti. Tre Italia ha tagliato queste promozioni promesse ai clienti in modo vessatorio e discriminatorio suddividendo i clienti stessi in tre categorie:

– Clienti no rinnovo,
– Clienti rinnovo a 9€ al mese,
– Clienti a rinnovo gratuito nel 2012.

Quindi in definitiva tutti i clienti scomodi o non remunerativi sono finiti con le opzioni non rinnovate e un pugno di mosche in mano!

Secondo il materiale informativo dell’offerta doveva essere presente solo la seconda categoria di clienti. Questa rimodulazione vera e propria sta scatenando accese proteste sia sul sito Facebook del gestore che sui forum specializzati.

Ora c’è da chiedersi. Quale gestore trae beneficio economico da un trattamento simile ? La reputazione di questo gestore di telefonia mobile non cresce, il numero di clienti neppure e le autorità ovviamente non faranno niente, c’è da scommetterci!

Il nostro forum è ovviamente aperto per ricevere le lamentele dei clienti rimodulati e per eventualmente fare una class action contro il gestore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *