Spaciughino in the cloud! (di Tophost)

Dopo circa un mese di beta testing e di configurazioni varie posso annunciare che con la nuova grafica siamo passati in un nuovo funzionante server dedicato nel cloud computing di Tophost chiamato Topserver.

Devo dire che mi sono buttato nel mondo del cloud visto il prezzo limitato, quindi con aspettative limitate ma per il momento mi sono dovuto ricredere su tutta la linea.

Visto che a me piace parlare del mondo linux vi dirò qualche dettaglio sulla configurazione di base per un sito con wordpress che deve essere installato su un cloud computing.

Innanzitutto la nostra configurazione prevede 512 Mbit di ram più 20 GB di disco. La cpu presente non è ben nota (perchè virtualizzata) ma ne parleremo con un benchmark alla fine.
Il sistema operativo e debian 6.

Configurazione essenziale macchina per uso web

La macchina viene fornita della classica bash di linux a cui accediamo direttamente con l’ip assegnato fisso alla stessa via ssh.

ssh -l root ip_macchina

Creiamo un utente che ci servirà per non accedere direttamente con l’utente root in futuro

useradd -g root -u 0 -o newroot

Gli cambiamo la password (attualmente vuota)con:

passwd newroot

Adesso possiamo iniziare ad installare gli applicativi (operazione più interessante).

Mysql 5 + php + apache : apt-get install mysql-server-5.1 apache2.2 php5 php5-mysql

Aggiungiamo un server ftp che permetterà nella configurazione di default a tutti gli utenti non root di accedere al server alle proprie cartelle.
apt-get install proftpd

Aggiungiamo anche phpmyadmin. E’ un editor testuale dei database mysql che permette di fare backup / restore e operazioni sui database dal broswer web:
apt-get install phpmyadmin .

Quest’ultimo programma risponderà alla cartella http://ip.topserver/phpmyadmin

Installare WordPress su topserver.

Caricamento file.

Creiamo un utente ftp-user per poter accedere via ftp ai dati.
useradd ftputente
cambiamogli la password
passwd ftputente

Diamogli i permessi per accedere alla cartella del server web.
chown /var/www ftputente
chgrp /var/www ftputente
chomd 755 /var/www/*

Carichiamo l’archivio di wordpress con gFTP o filezilla sia sotto windows che sotto linux sulla cartella /var/www. Usiamo l’utente ftp utente appena creato.

Una volta caricato l’archivio con il vi (o nano se è installato) andiamo a modificare il file /var/www/wp-config.php come segue

// ** Impostazioni MySQL - E' possibile ottenere le impostazioni MySQL dal prop$
/** Il nome del database per WordPress */
define('DB_NAME', 'wordpress');

/** Nome utente database MySQL */
define('DB_USER', 'root');

/** Password database MySQL */
define('DB_PASSWORD', 'your mysql root password');

/** hostname MySQL */
define(‘DB_HOST’, ‘localhost’); //ok così

Andiamo in phpmyadmin e alla voce database creiamo un database di nome wordpress. Vi apparirà una schermata come in figura.
Nota. Sarebbe meglio creare un utente a parte per i privilegi sulle tabelle del nostro database senza usare l’utente root. Io ho fatto così per semplicità ma vi consiglio di modificare i privilegi in modo più articolato e coerente.

Ora possiamo all’installazione vera e propria di wordpress richiamando la pagina:

http://youriptopserver/wp-admin/install.php

Fine!

L’unica cosa da ricordare è di inserire quando installate dei plugin i dati dell’ftp user che avete creato quando vi sarà richiesto. Il gioco è fatto.

Analisi della cpu e della banda dei topserver.

I topserver di tophost.it vengono forniti con un sistema virtualizzato in tutto e per tutto. Non viene dato alcun riferimento tuttavia alla banda e alla cpu effettivamente presente sui sistemi in cloud.

Facciamo due piccoli test per analizzare questi fattori.

Per la banda ho lanciato un banalissimo speed test

> wget http://cdimage.debian.org/debian-cd/6.0.5/multi-arch/iso-cd/debian-6.0.5-amd64-i386-netinst.iso

e i risultati sono questi:

100%[======================================>] 437.256.192 2,62M/s in 90s

2012-07-01 15:03:28 (4,63 MB/s) - "debian-6.0.5-amd64-i386-netinst.iso" salvato [437256192/437256192]

Quindi una banda effettiva in questo momento di 16 megabit in ingresso. Non male direi! 😉

Per la cpu ho utilizzato il comando linux:

> hardinfo -r -f html > report.html

Questo comando oltre ad analizzare la configurazione di sistema fa alcuni benchmarch quali il calcolo della sequenza di Fibonaci fino a 2^32.

Qui sotto trovate due immagini. La prova fatta su topserver e la prova fatta sul mio pc. Il mio pc è un amd x1 3500+ di ormai 6 anni fa.
Ho ripettuto i test alcune volte ma i risultati sono sempre molto simili quindi sono realistici!

Benchmark Topserver debian 6

Benchmark amd 3500+ su debian 6

In definitiva ho risolto il mio dubbio su quale fosse la configurazione della cpu con questa schermata:

La cache e la frequenza della cpu su topserver

Conclusioni:
Pur essendo una macchina a single core devo dire che il confronto è alquanto imbarazzante per il mio fisso. Il server topserver è quasi il doppio più performante di un single core un pò datato.
Pensando al costo (7€ al mese circa) e all’infinità di cose che si possono fare con un server ad ip fisso non posso che consigliare questo servizio sopratutto per il rapporto qualità prezzo.

PS. Se qualcuno ha un single core più potente del mio con cui fare gli stessi benchmarcking sarò felice di pubblicare a quale macchina possiamo paragonare i topserver di tophost a livello di cpu. 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *