NGN: al via una ridicola sperimentazione

Leggo su punto-informatico che partirà a breve la sperimentazione del next generation network che arriverà entro il 2016 secondo Telecom in 16 città italiane.
Mi sembra una cosa veramente paradossale: si permettono ancora l’installazione di centrali che danno velocità di crociera 640 kb/s e nelle città si sperimentano i 150 mega? E’ veramente una cosa da fuori di testa. Si sta permettendo che la rete italiana abbia due pesi e due misure. Chi abita nelle metropoli sarà al passo con il progresso.. tutti gli altri sono esclusi.
Ma cosa aspetta telecom a portare invece a portare più banda alle centrali (soprattutto quelle add) e a sperimentare prima dell’NGN la VADSL come è stato fatto in Germania e Francia. La crisi economica limita gli investimenti in tutti i settori ma non è possibile saltare direttamente una tecnologia simile con tutte le potenzialità che può portare. Fra qualche anno l’NGN non sarà ancora lo standard quindi è prematuro parlare di questa sperimentazione quando si sono investiti miliardi su miliardi sull’esclusivo sviluppo su dorsale fibra ottica / rame lato utente.
Io penso che nei prossimi anni il divario digitale non farà altro che allargarsi fra l’Italia e gli altri paesi per l’esclusiva colpa di questi investimenti giusti fatti nei momenti sbagliati.
I dirigenti telecom dovrebbero dimettersi domani mattina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *